martedì 23 giugno 2015

In barba al tempo passato, torno a scrivere su questo piccolo spazio personale per raccontare un po' di me, del mio mood, di quello che capita nella mia vita, senza impegno e senza nessuna aspettativa di ritorno in qualità di commenti.
Venerdì scorso, finalmente e purtroppo, si è svolto il tanto atteso saggio di flamenco, coronamento di cinque anni di fatica in questa splendida danza che continua a farmi stare bene e a farsi amare. Finito lo spettacolo, che ha avuto tantissime critiche positive, non posso che dire che mi sono tanto divertita ed emozionata. Sono sicura che ci saranno tante altre occasioni per provare questa miriade di emozioni, ma quella di venerdì resterà per sempre nel mio cuore. La mia insegnante, Giulia Compagno (consigli per gli acquisti, questo è il suo profilo personale su Facebook, mentre se volete informazioni sul suo terzetto Flamenco Libero o i corsi di flamenco, dovete catapultarvi QUI), è la vera artefice di questo mio entusiasmo, perché oltre ad essere una preparatissima e severa insegnante, è davvero una bella persona e grande amica. Se siete di Palermo e volete conoscere questa splendida arte e, perché no, cimentarvi in una lezione prova, non esitate a contattarla. Vi informo che l'11 Luglio saremo al Mondadori Multicenter di via Ruggero Settimo per una piccola dimostrazione.
Cambiando discorso, complice il lavoro - faccio doposcuola a due ragazzi, uno in procinto di diplomarsi e l'altro in prima superiore -, gli esami e le prove saggio, ho accantonato la lettura così come la voglia di leggere. Sono frustrata dal fatto di non avere la minima voglia di aprire un libro. Al momento, la lettura di Queneau e il suo I fiori blu per il Club del libro sta andando a rilento, nonostante leggerlo mi diverta e mi faccia star bene. Vorrei trovare un volume, tra quelli presenti nella mia libreria - devo cominciare ad evitare di comprarne di nuovi - che mi prenda e che io riesca a divorare nel giro di pochi giorni, cosa che non mi capita da un po'. Ultimamente ho letto Metroland di Julian Barnes per Dusty Pages in Wonderland - lo conoscerete sicuramente, ma vi invito a divertirvi con i simpatici video della mia capoblogger Malitia su Youtube per scoprire un po' di più della sua attività di lettrice e di blogger - ma sembra che abbia contribuito largamente - potrei dire quasi che sia il pieno colpevole - a questa apatia letteraria. 
Nell'unico pomeriggio che mi sono potuta concedere alla Marina di Libri, ho fatto miei Gli eroi imperfetti di Stefano Sgambati (Minimum Fax, regalatomi dal mio meraviglioso ragazzo, ormai rassegnato alle mie manie da accumulatrice di libri seriale) e Blood &Breakfast di Riccardo de Torrebruna (Ensemble, questo vendutomi ad un prezzo di costo quasi, ringrazio ancora). Entrambi i volumi rispecchiano decisamente le mie letture tipo, ma spero di trovare la volontà necessaria ad immergermi tra le loro pagine in tempi brevi. Altro acquisto recente è stata l'edizione Garzanti in due volumi de I Miserabili di Victor Hugo, acquistato all'Ipercoop al prezzo di lancio della collana (4,90 euro al posto di 25, un affare che non potevo farmi scappare). Non amo particolarmente acquistare libri nei supermercati, ma trovo che il reparto libri del suddetto sia davvero interessante e ben fornito non solo delle novità, ma anche di testi di nicchia (è riservato uno spazio anche alle case editrici indipendenti) sempre scontati del 15% sul prezzo di listino - ma spesso si trovano delle vere e proprie occasioni in un box dedicato.
La mia libreria di Goodreads mi fa notare quanto io sia indietro rispetto alla mia stessa volontà di leggere 70 libri quest'anno: da Gennaio ho archiviato 30 libri, tra cui moltissimi fumetti, ma sono indietro sulla tabella di marcia e vorrei leggere almeno 5 libri da qui alla fine di luglio (tanto più che le sessioni di esami si concludono intorno al 15 luglio).
Avete qualche libro da consigliare, che non richieda troppo tempo ma che sia ricco di contenuti? Mi sa che avvierò oggi stesso un sondaggio, ma se qualcuno volesse lasciare qui sotto un commentino, questo sarà più che gradito.

Dal punto di vista televisivo, sono in crisi d'astinenza da serie. Dopo aver concluso Game of Thrones, mi sono lanciata tra i ricordi ricominciando dalla prima serie Friends e I Griffin. Aspetto che ricominci Chasing Life e nel frattempo continuo, per abitudine, a seguire Pretty Little Liars (voglio sapere come va a finire). Dopo la maratona Lost, ho bisogno di qualcosa che sia già concluso da vedere per la prima volta, prima di rifiondarmi su Buffy e Angel, come mio solito. Anche qui, avete qualche consiglio che non sia relativo a Breaking Bad o The Walking Dead (entrambe non mi attirano)? Sotto con i commenti.

Grazie per la lettura!
Vi ricordo che mi trovate anche su Twitter @AlchimiaErrante e su Instagram come @wanderinglady
Reazioni:

0 commenti:

Follow me on Instagram Follow me on Twitter!